Cosa vedere a Lisbona in 5 giorni
·

Cosa Vedere a Lisbona in 5 Giorni: Itinerario con Dintorni 2024

Vuoi capire cosa vedere a Lisbona in 5 giorni?

Cerchi un itinerario dettagliato e pratico che puoi consultare facilmente sia adesso che durante il tuo viaggio?

Sei nel posto giusto!

In questo articolo, che ho scritto dopo aver vissuto nella meravigliosa capitale portoghese (ed esserci tornato più volte negli ultimi anni), trovi una guida super dettagliata che include:

  • Un itinerario completo e suddiviso per giorni.
  • Consigli pratici e utili per visitare Lisbona in 5 giorni (come muoversi, dove dormire, e come risparmiare).
  • Dettagli per ciascuna attrazione dell’itinerario. Troverai informazioni pratiche come orari, biglietti, ubicazione e tante curiosità e consigli.

Sei pronta/o a scoprire il meglio che la capitale portoghese ha da offrire? Hai detto di sì? Iniziamo!

LINK ESSENZIALI PER UN VIAGGIO A LISBONA

ALLOGGI CONSIGLIATI A LISBONA

  • Economico: Lisbon Destination Hostel (ottimo ostello con area comune molto carina, eventi e posizione fantastica in pieno centro)
  • Fascia media: Esqina Urban Lodge (hotel moderno ed elegante, situato in ottima posizione e con un buon rapporto qualità-prezzo)
  • Lussuoso: Corpo Santo Lisbon Historical Hotel (hotel a 5 stele situato in un palazzo, con servizi e trattamento del personale eccellenti)

Cosa vedere a Lisbona in 5 giorni – riassunto del nostro itinerario

Itinerario di 5 giorni a Lisbona

Più avanti trovi un itinerario dettagliato + tanti consigli per visitare la capitale portoghese in 5 giorni e vivere al meglio il tuo viaggio.

Di seguito trovi invece un breve riassunto di cosa vedere a Lisbona in 5 giorni:

  • Giorno 1 – Baixa e Alfama: in questo primo giorno visiteremo due quartieri iconici del centro di Lisbona. Le tappe che faremo sono: Praca do Comercio, Lisboa Story Centre, Arco da Rua Augusta e Rua Augusta, Bar A Ginjinha, Praca Dom Pedro IV, Tram 28 e Miradouro de Santa Luzia, Castello di Sao Jorge (leggi questa sezione)
  • Giorno 2 – Chiado e Bairro Alto: nel secondo giorno scoprirai altri 2 quartieri importanti del centro. Le tappe principali saranno: Elevador de Santa Justa, Convento do Carmo, Rua Garrett, Ascensor da Bica, Ingreja e Museu São Roque, Serata nel Bairro Alto (leggi questa sezione)
  • Giorno 3 – Belém: nel terzo giorno visiteremo l’iconico quartiere di Belém, famoso per l’Era delle Scoperte e per i navigatori. Ecco le tappe che faremo: Torre di Belém, Docas di Belém, Monumento alle Scoperte, Monastero dos Jeronimos, musei del quartiere (leggi questa sezione)
  • Giorno 4 – Sintra: nel quarto giorno andremo nei dintorni di Lisbona, per visitare l’incantevole borgo di Sintra. Le nostre tappe prevedono Palacio da Pena, Parque da Pena e Quinta da Regaleira (leggi questa sezione)
  • Giorno 5 – Alcântara: nell’ultimo giorno visiteremo il quartiere bohemien e hippie di Alcântara. Qui scoprirai attrazioni come la LX Factory, il Museo Nacional de Arte Antiga, il Museo do Oriente e il Pilar 7 del Ponte 24 aprile (leggi questa sezione)

Consigli per visitare Lisbona in 5 giorni

Dove alloggiare a Lisbona in 5 giorni

“Alex, ho intenzione di stare a Lisbona per 5 giorni, ma non ho ancora scelto il mio alloggio. Hai dei consigli?”

Certo, in questa sezione ti aiuterò a scegliere la zona e l’alloggio giusto per le tue esigenze. Lo farò in maniera molto sintetica perché ho già scritto un articolo approfondito che puoi trovare qui: Dove alloggiare a Lisbona.

Se è la tua prima volta:

Se è la prima volta che visiti Lisbona, il mio consiglio è di scegliere i quartieri super centrali come Baixa-Chiado-Rossio.

Queste zone sono ben collegate, ospitano molte attrazioni e offrono soluzioni per tutte le tasche.

Un’altra zona che potresti valutare è l’Alfama. Purtroppo, però, ha un grosso inconveniente. È una zona collinare, con salite e discese molto ripide. Cosa che potrebbe non essere l’ideale per chi ha problemi di mobilità e per i bambini.

Ecco gli alloggi consigliati per la tua prima volta a Lisbona:

Se ami la vita notturna:

Se sei molto interessato alla vita notturna (oltre che alle attrazioni), allora la zona ideale è quella tra Bairro Alto e Cais do Sodré. Si tratta del centro nevralgico della vita notturna lusitana.

Qui infatti si trova la più alta concentrazione di bar e discoteche della città.

Dove dormire? Ecco gli alloggi consigliati per la vita notturna:

Se visiti la città in famiglia:

Se visiti Lisbona con i bambini è il caso di soggiornare in una zona con ampi spazi verdi e meno caotica rispetto al centro, e sicuramente non collinare.

Per questo motivo, le due zone che ti consiglio sono Belém e Parque das Naçoes.

Belém ospita molte attrazioni e dista dal centro circa 7 km (ma è ben collegata). Ospita i monumenti più importanti come il Monastero dos Jeronimos, la Torre di Belém e il Museo Berardo.

Dove soggiornare a Belém? Ecco gli alloggi consigliati:

Parco delle Nazioni invece si trova tra l’aeroporto e il centro, da cui dista circa 5 km.

Si tratta di una zona super moderna, con spazi verdi e diverse attrazioni adatte ai bambini.

Le principali sono ad esempio l’Oceanario di Lisbona e il Museo della Scienza.

Dove soggiornare a Parque das Naçoes? Ecco gli alloggi consigliati:

Come muoversi a Lisbona

Tram, e muoversi a Lisbona in 5 giorni

La seconda cosa importante da tenere a mente, per il tuo viaggio di 5 giorni a Lisbona, è la mobilità.

In questa breve sezione ti spiego come muoverti nella capitale lusitana. Se vuoi approfondire l’argomento sappi che ho scritto un articolo a riguardo che trovi qui: Come muoversi a Lisbona.

  • Per raggiungere il centro: puoi prendere la metropolitana e scendere alla fermata Baixa-Chiado. Oppure prendere il tram 28, il tram 15 o il tram 12 (dipende dalla zona in cui ti trovi).
  • Per salire al Bairro Alto: bisogna prendere la funicolare dal centro, in particolare l’Elevador da Gloria, oppure l’Elevador da Bica.
  • Per raggiungere l’Alfama: prendi il tram 28 oppure il tram 12.
  • Per raggiungere Belém: prendi il tram 15.
  • Raggiungere la città dall’aeroporto: il mezzo più pratico è la metropolitana linea rossa fino alla stazione di Alameda. E poi da lì fare il cambio. Se ad esempio vuoi raggiungere il centro, puoi cambiare con la linea verde fino alla stazione di Baixa-Chiado.

Consiglio del Nomade: vuoi raggiungere il tuo alloggio dall’aeroporto nella maniera più comoda possibile? In questo caso ti consiglio di prenotare con un po’ di anticipo un transfer privato.

Come risparmiare in questi 5 giorni

risparmiare a Lisbona in un itinerario di 5 giorni

“Va bene Alex, tutto chiaro. Ma come posso risparmiare sui mezzi e non solo?”

Prima di iniziare con il nostro itinerario ti voglio lasciare con dei consigli su come risparmiare.

Il consiglio più importante che posso darti è di prendere la Lisboa Card.

Di cosa si tratta?

Della card turistica ufficiale di Lisbona che ti permette di usufruire di moltissimi vantaggi. I più importanti sono:

  • l’utilizzo illimitato dei mezzi di trasporto pubblico. Inclusi i tram, la metro, gli autobus, i traghetti, le funicolari e i treni per Sintra e Cascais. E purtroppo i mezzi pubblici a Lisbona costano abbastanza. Ad esempio, la funicolare da Gloria costa quasi 4€. Mentre l’Elevador de Santa Justa costa quasi 6€ per andata e ritorno. Una follia.
  • L’ingresso gratuito in oltre 30 attrazioni. E sconti sulle restanti attrazioni. Molte delle principali sono incluse. Come ad esempio il Monastero dos Jeronimos e la Torre di Belém (che non pagherai).
  • Poi, oltre a questo, hai anche sconti in molti negozi di souvenir e ristoranti.

Oltre a questo, il prezzo della card è davvero esiguo se confrontato a tutti i vantaggi che ti ho elencato.

Tuttavia, consiglio la card solo se ti fermi in città per 2 o più giorni. Nel tuo caso, visto che visiterai Lisbona per 5 giorni, è ottima.

Dove comprare la card? La trovi online su questo sito (l’attivazione avviene una volta arrivati a Lisbona).

Powered by GetYourGuide

Cosa vedere a Lisbona in 5 giorni: Itinerario dettagliato e Mappa

Giorno 1: Baixa e Alfama

In questo primo giorno il nostro itinerario prevede due tra i quartieri più iconici del centro di Lisbona.

La Baixa è famosa per la grande ricostruzione che ha seguito il terribile sisma del 1755. Fu uno dei primi esempi al mondo di costruzioni antisismiche.

Alfama invece è il quartiere più antico e caratteristico della città.

Ecco la mappa dell’itinerario di oggi e la lista delle attrazioni:

  • A) Praça do Comércio
  • B) Lisboa Story Centre
  • C) Arco da Rua Augusta
  • D) Rua Augusta
  • E) A Ginjinha
  • F) Praca Dom Pedro IV
  • G) Tram 28
  • H) Miradouro de Santa Luzia
  • I) Castello di Sao Jorge

Consiglio del Nomade: uno dei modi migliori per conoscere il centro di Lisbona è partecipare a un free tour.

Cos’è? Una visita guidata che puoi prenotare gratuitamente. Terminato il tour, potrai lasciare una mancia a tuo piacimento.

Il free tour a cui ho preso parte io è questo qui. Dura circa 3 ore, si svolge in italiano. Nel mio caso la guida è stata Martina. Brava, simpatica e coinvolgente.

Tour consigliatissimo. Puoi prenotarlo gratuitamente su questo sito.

Praca do Comercio

Piazza del Commercio, Lisbona

Iniziamo questo itinerario di 5 giorni a Lisbona con una delle sue piazze più iconiche.

Praça do Comércio (Piazza del Commercio), oltre ad essere la piazza più grande della città, è famosa perché in passato ospitava il Palacio Ribeira, che era la dimora della famiglia reale portoghese.

Tuttavia, il catastrofico sisma del 1755 rase al suolo il palazzo e quasi tutta la Baixa. Praça do Comércio è stata praticamente costruita da zero, ed è per questo uno dei simboli della rinascita di Lisbona.

“Alex, c’è qualcosa di particolare da vedere in questa piazza?”

Certo, la piazza ospita diversi punti di interesse, tra cui:

  • La statua equestre di Re Giuseppe I.
  • I bellissimi palazzi gialli che circondano la piazza e che sono la sede di diversi uffici governativi.
  • L’Arco da Rua Augusta (ne parleremo tra poco).
  • Il Lisboa Story Centre, un museo dedicato alla storia di Lisbona (anche questo lo approfondiremo tra poco).

Lisboa Story Centre

Come ho già menzionato, una delle attrazioni della piazza è questo museo dedicato alla storia di Lisbona.

Alex cosa ha di speciale questo museo?”

La visita è super interessante per un semplice motivo: il museo è completamente interattivo, e anziché raccontare la storia della città, te la fa rivivere!

Nel mio caso, l’esperienza è durata circa 1 ora, durante la quale ho attraversato diverse aree tematiche. Ad esempio, la prima è stata “Lisbona tra miti e realtà”, dove ho scoperto che la città è stata fondata dai Fenici.

Un’altra area che mi è sembrata super interessante è stata quella dedicata al terribile terremoto del 1755. Grazie a una vera e propria esperienza immersiva, ho potuto rivivere quel disastroso evento e capire come la città è stata plasmata da esso.

Insomma, un’esperienza super interessante e adatta davvero a tutti, adulti e piccini.

Tra l’altro, è disponibile anche una pratica audioguida in lingua italiana.

Ecco tutte le informazioni utili per la visita:

  • 🎟️ Biglietti: 7€ adulti / 5€ over 65 e studenti / 3€ 6-15 anni / gratis 0-5 anni (qui trovi i biglietti acquistabili online).
  • 🕒 Orari: tutti i giorni, 10:00-19:00.
  • 📍Ubicazione: Praça do Comércio 78. Maps

Arco da Rua Augusta e Rua Augusta

Arco da Rua Augusta, Lisbona

Cosa vedere a Lisbona in 5 giorni? La nostra prossima tappa si trova ancora in Praça do Comércio ed è il grande arco che la collega con la Rua Augusta.

L’arco venne eretto in contemporanea alla ricostruzione della piazza e della maggior parte della Baixa, dopo il terremoto del 1755.

Il mio consiglio? Sali sulla terrazza panoramica dell’Arco da Rua Augusta per avere una vista spettacolare su tutta la piazza e sul viale “Rua Augusta”.

Subito dopo, incamminati risalendo la via commerciale più importante della città, in direzione di Praça Dom Pedro IV.

  • 🎟️ Biglietti: 3,50€ da 6 anni / gratis 0-5 anni (qui trovi i biglietti)
  • 🕒 Orari: giornalmente 10:00-19:00.
  • 📍Ubicazione: R. Augusta 2. Maps

Bar A Ginjinha

Cosa fare a Lisbona in 5 giorni? Una delle cose da fare assolutamente è provare la Ginjinha (o Ginja).

Di cosa si tratta?

Di un liquore tipico del Portogallo, e in particolare di Lisbona.

Il liquore in questione è a base di amarene, il che gli conferisce un colore rosso scuro e un gusto dolce e inconfondibile, arricchito sia dalla cannella che dalle amarene stesse.

Alex dove posso assaggiare questo liquore?”

Il mio consiglio è quello di andare nel bar più antico e famoso della città. Si chiama “A Ginjinha” ed è in attività da ben 5 generazioni. Si tratta della stessa famiglia che lo ha inventato intorno al XIX secolo.

  • 🫰Costo: Un bicchierino costa 1,50, mentre la bottiglia da 1 litro costa 15€. Un’ottima idea sarebbe quella di portare a casa una bottiglia come souvenir.
  • 🕒 Orari: ogni giorno, 9:00-22:00.
  • 📍Ubicazione: Largo São Domingos 8. Maps

Praca Dom Pedro IV

Praca Dom Pedro IV, in un itinerario di 5 giorni a Lisbona

Continuiamo il nostro itinerario di 5 giorni a Lisbona in direzione Praça Dom Pedro IV, conosciuta anche come Piazza del Rossio.

La piazza è ricca di negozi, bar, ristoranti, quindi è ottima per una pausa, ma oltre a questo ospita diverse attrazioni che potrai fotografare.

Tra queste abbiamo:

  • Stazione del Rossio: risalente al 1887, è caratterizzata da una bellissima facciata.
  • Teatro D. Maria II: dove oggi sorge questo monumentale teatro, in passato era ubicata l’inquisizionen portoghese. Nel 1842 il Palazzo Estaus venne sostituito dal teatro.
  • Statua di Dom Pedro IV: è impossibile non notare la grande statua dedicata a Re Pietro IV del Portogallo, che sorge quasi al centro della piazza.

Tram 28 e Miradouro de Santa Luzia

Tram 28, tra le cose da vedere a Lisbona in 5 giorni

A questo punto è il caso di dirigersi verso il quartiere Alfama, situato sulla collina che fiancheggia il quartiere Baixa.

Il modo più spettacolare di raggiungere il quartiere è di prendere il celebre Tram 28. Un mezzo di trasporto vintage, di colore giallo, e risalente al 1914.

Il tram è famosissimo per il suo percorso che attraversa i quartieri più importanti della città, e lo fa in modo spettacolare, con salite, discese ripide, e panorami mozzafiato.

Fermati presso la stazione Santa Luzia, per accedere a una delle terrazze panoramiche più suggestive e romantiche di Lisbona.

Da qui avrai una vista incredibile sull’Alfama, sul centro e sul fiume Tago.

  • 🎟️ Biglietti: 3€ per il tram 28, oppure gratis con la Lisboa card.
  • 🕒 Orari: 6:00-23:00.
  • 📍Ubicazione: Prendi il tram a Martim Moniz. Maps

Castello di Sao Jorge

Castello di Sao Jorge, Lisbona

Infine, continua la salita verso il Castello di São Jorge.

Si tratta di un’attrazione antichissima; pensa che le prime fortificazioni di questa zona risalgono al I secolo a.C., anche se un primo castello vero e proprio, e una cinta muraria, vennero costruiti solo dagli arabi che dominarono su Lisbona fino al 1147.

Alex cosa posso vedere nel Castello di São Jorge? è interessante accedere o basta fotografarlo da fuori?”

Allora il castello è sicuramente una delle attrazioni principali della città. All’interno le cose da vedere sono molte, tra questo ti segnalo:

  • L’entrata principale, che si trova in Rua de Santa Cruz.
  • Le rovine dell’antico palazzo reale. Questo castello infatti fu la residenza della famiglia reale portoghese fino dalla conquista di Lisbona contro i mori, fino al 1255.
  • I giardini, in cui potrai rilassarti un po’ durante la visita.
  • Il belvedere del castello, che ti permetterà di ammirare la città dall’alto. Per me uno dei più suggestivi.
  • La camera oscura, situata nella Torre di Ulisse, da cui è possibile ammirare la città attraverso un periscopio.

Ecco tutte le informazioni utili per la visita:

  • 🎟️ Biglietti: 15€ adulti / 12,50€ over 65 / 7,50€ 13-25 / gratis 0-12.
  • 🕒 Orari: da marzo a ottobre 9:00-21:00 / da novembre a febbraio 9:00-19:00
  • 📍Ubicazione: R. de Santa Cruz do Castelo. Maps

Curiosità sul Castello:

  • Il castello è stato intitolato a San Giorgio, patrono dell’Inghilterra, dopo che i crociati inglesi aiutarono a riconquistarlo dai Mori.
  • È considerato uno dei primi insediamenti umani di Lisbona e mostra rovine di tre periodi storici distinti.
  • Una leggenda vuole che Martim Moniz, un cavaliere portoghese, morì eroicamente durante l’assedio del 1147, bloccando i cancelli del castello con il suo corpo​ e permettendo ai cristiani di entrare.

Giorno 2: Chiado e Bairro Alto

In questo secondo giorno il nostro itinerario prevede la visita di altri due importanti quartieri del centro di Lisbona.

Chiado è famoso per essere il quartiere intellettuale. Qui infatti hanno dimorato molti grandi pensatori portoghesi.

Bairro Alto invece è il quartiere più “alto” della città. Ed è famoso in particolare per la sua vita notturna.

Ecco la lista delle attrazioni e la mappa del nostro itinerario odierno:

  • A) Elevador de Santa Justa
  • B) Convento do Carmo
  • C) Rua Garrett e le sue attrazioni
  • D) Ascensor da Bica
  • E) Ingreja e Museu São Roque
  • F) Serata nel Bairro Alto

Consiglio del Nomade: anche per questa zona (per il Chiado) ti segnalo un ottimo free tour. La visita dura circa 2 ore 30 minuti e si svolge in italiano. Durante il free tour scoprirai moltissime curiosità e fatti poco noti su questo elegante quartiere di Lisbona.

Puoi prenotarlo gratuitamente su questo sito.

Elevador de Santa Justa

Elevador de Santa Justa

Cosa vedere a Lisbona in 5 giorni?

Iniziamo questo secondo giorno con un’altra attrazione iconica del quartiere Chiado.

L’Elevador de Santa Justa è un ascensore panoramico costruito nel XIX secolo come vero e proprio mezzo di trasporto, per consentire ai cittadini di raggiungere la parte alta della città in modo pratico.

L’intera struttura è alta 45 metri ed è costruita in stile neogotico, con un ampio utilizzo del ferro battuto, che all’epoca era molto in voga.

Consiglio: una volta raggiunta la cima, prendi le scale per arrivare alla terrazza panoramica più in alto. Poi, uscendo dall’Elevador, ti ritroverai in Largo do Carmo, qui troverai diversi risto-bar. Se il tempo lo permette, fermati per sorseggiare una birra o un caffé con una vista spettacolare sul centro e sul Castello di San Giorgio.

Ecco tutte le informazioni utili per la visita:

  • 🎟️ Biglietti: 5,80€ andata-ritorno, oppure gratis con la Lisboa card.
  • 🕒 Orari: 7:00-22:45.
  • 📍Ubicazione: R. do Ouro. Maps

Convento do Carmo

Convento do Carmo, tra le cose da vedere a Lisbona in 5 giorni

Cosa vedere a Lisbona in 5 giorni? Una volta raggiunto Largo do Carmo, ti troverai davanti a una chiesa semi-distrutta.

Si tratta del celebre Convento do Carmo, conosciuto anche come “La chiesa senza tetto di Lisbona”.

In pratica, a causa del terremoto del 1755, il tetto è crollato lasciando solo i muri e le arcate. Ciò ha creato un’atmosfera a dir poco romantica e decadente e per questo non è mai stata restaurata del tutto.

Cosa vedere presso il Convento do Carmo?

  • Il MAC, cioè il Museu Arqueológico do Carmo, fondato nel 1864, ospita una importante esposizione di opere architettoniche, archeologiche e artistiche. Trovi, ad esempio, ceramiche, statue antiche, mummie e tanto altro.
  • E ovviamente la chiesa, con il suo fascino romantico e le sue arcate che sembrano sorreggere il cielo.

Ecco tutte le informazioni utili per la visita:

  • 🎟️ Biglietti: 5€ adulti / 4€ studenti e over 65 / gratis 0-14.
  • 🕒 Orari: novembre-aprile 10:00-18:00 / maggio-ottobre 10:00-19:00.
  • 📍Ubicazione: Largo do Carmo 27. Maps

Rua Garrett e le sue attrazioni

Per la prossima tappa, dovrai scendere dalla zona del Convento do Carmo (prendi di nuovo l’Elevador de Santa Justa, oppure a piedi) e poi dirigerti verso Rua Garrett, la principale via commerciale del quartiere Chiado.

Qui, oltre a trovare tantissimi negozi particolari, troverai diverse attrazioni.

Tra queste ti consiglio:

  • Armazéns do Chiado: un elegantissimo centro commerciale, dove all’ultimo piano trovi l’area cibo, con diversi ristoranti.
  • Livraria Bertrand: la libreria in attività più antica al mondo, aperta nel lontano 1732 da Pedro Faure.
  • Bar a Brasileira: si tratta della caffetteria più antica di Lisbona, famosa per aver ospitato importanti intellettuali portoghesi come Fernando Pessoa. Fuori, a fianco ai tavolini, vedrai una statua di Pessoa mentre sorseggia un caffè.
  • Ascensor da Bica

Cosa fare a Lisbona in 5 giorni? Un’altra attività imperdibile è salire sulle sue funicolari.

Quella che secondo me offre il panorama più spettacolare è l’Elevador da Bica, situato in Rua S. Paulo. Da qui potrai scattare foto davvero epiche sulla città, con scorci che sembrano usciti da un viaggio a San Francisco.

Finita la ripidissima salita dell’Elevador da Bica, ti ritroverai nel quartiere Bairro Alto che è la nostra prossima tappa.

Ecco tutte le informazioni utili per la visita:

  • 🎟️ Biglietti Ascensor da Bica: 3,80€ andata-ritorno, oppure gratis con la Lisboa card.
  • 🕒 Orari: ogni 15 minuti / 7:00-21:00.
  • 📍Ubicazione: R. da Bica de Duarte Belo.

Ingreja e Museu São Roque

Chiesa di San Rocco, Lisbona

L’attrazione principale del quartiere è senza dubbio la sua vita notturna. Tuttavia, è possibile vedere anche qualche attrazione storica. La più importante è la Chiesa di San Rocco.

Durante la mia prima vista, da fuori la chiesa mi è sembrata austera, ma una volta varcata la soglia sono rimasto letteralmente a bocca aperta davanti a così tanto sfarzo!

L’interno è in un ricchissimo stile barocco, con intagli in oro, marmi, bellissimi azulejos che sono le tipiche piastrelle del Portogallo, e stupendi affreschi.

Cosa vedere in particolare?

  • La Capela de São João Baptista, che venne in realtà progettata e creata a Roma, e poi portata a Lisbona.
  • Gli azulejos dipinti da Francisco de Matos.
  • Museu de São Roque, che ospita una importante collezione di arte sacra risalente al periodo tra il XVI e il XVIII secolo.

Ecco tutte le informazioni utili per la visita:

  • 🎟️ Biglietti: 2,50€.
  • 🕒 Orari: martedì-domenica 10:00-19:00.
  • 📍Ubicazione: Largo Trindade Coelho. Maps

Serata nel Bairro Alto

Infine, per concludere questo secondo giorno, ti consiglio di vivere un pizzico della vita notturna di Lisbona nel suo quartiere più celebre.

Il Bairro Alto è famoso per ospitare la più grande concentrazione di bar della città. Trovi veramente di tutto e c’è solo l’imbarazzo della scelta.

Alcuni locali in cui mi sono trovato bene sono:

  • Pavilhao Chines: un bar-museo davvero singolare. Gli interni infatti sembrano più un museo che un locale notturno, grazie alle tantissime vetrine che ospitano oggetti come bambole, maschere, soldatini di piombo e molto altro. 📍Posizione.
  • The Old Pharmacy: un bar situato in un’antica farmacia. Ottimo sia per bere del buon vino portoghese che per mangiare qualcosina. 📍Posizione.
  • Foxtrot: un elegante speakeasy con interni in stile art nouveau e cocktail a dir poco fantastici. 📍Posizione.

Giorno 3: Belém

Questo terzo giorno lo dedichiamo al quartiere di Belém, una delle zone più storicamente importanti di Lisbona.

Qui infatti troverai gran parte delle attrazioni dedicate al periodo più florido dell’ex impero portoghese.

Ecco la lista delle attrazioni e relativa mappa dell’itinerario odierno:

  • A) Torre di Belém
  • B) Docas di Belém
  • C) Monumento alle Scoperte
  • D) Monastero dos Jeronimos
  • E, F) Musei di Belém (Berardo, Quake e altri)

Consiglio del Nomade: anche per Belém ti segnalo un free tour. Dura circa 2 ore 30 minuti e si svolge in italiano. Nel mio caso la guida è stata Antonella, anche lei preparatissima e super brava a mantenere sempre alta l’attenzione.

Puoi prenotarlo online su questo sito.

Torre di Belém

Torre di Belém, da visitare a Lisbona in 5 giorni

Iniziamo questo terzo giorno con la visita di quella che probabilmente è l’attrazione più iconica e rappresentativa di Lisbona, la spettacolare Torre di Belém.

L’opera in questione venne costruita durante il periodo più florido dell’impero portoghese.

Dopo la scoperta di una via alternativa per l’Oriente grazie a Vasco da Gama, il Portogallo divenne ricchissimo e iniziò a costruire diverse opere architettoniche che sono rimaste fino al giorno d’oggi. Tra queste, la Torre di Belém.

Alex cosa c’è di interessante in questa torre?”

La parte più interessante è senza dubbio l’esterno, che incarna in maniera perfetta lo stile manuelino portoghese.

Oltre a questo, la torre è caratterizzata da una suggestiva terrazza panoramica che mi ha permesso di ammirare un panorama senza eguali sulla foce del Tago e sul quartiere di Belém.

All’interno ci sono poche stanze, tutte relativamente spoglie, ma vale comunque la pena visitarla per la sua importanza storica.

Ecco tutte le informazioni utili per la visita:

Docas di Belém

Dopo la visita alla Torre, proseguiamo il nostro itinerario di 5 giorni a Lisbona attraversando il lungofiume.

Questo è caratterizzato dalla presenza di diverse attrazioni, tra cui le Docas, un porticciolo molto elegante circondato da bar e ristoranti.

L’antico “Farol de Belém“, un faro che tra il XIX e il XX secolo indicava l’ingresso al porto di Belém.

La “Rosa dei Venti” con la sua mappa del mondo.

E infine la Padrão dos Descobrimentos, che è la nostra prossima tappa.

Monumento alle Scoperte

Monumento alle scoperte, Lisbona

La Padrão dos Descobrimentos, o Monumento alle Scoperte, è un’enorme struttura in pietra costruita nel 1940 per celebrare i 500 anni dalla morte di Enrico il Navigatore.

L’opera è alta circa 50 metri e raffigura una grande caravella (nave portoghese) sulla cui prua troviamo le statue di diversi personaggi, il primo tra i quali è Enrico il Navigatore, seguito da altre importanti figure storiche come Vasco da Gama e Magellano.

Oltre a fotografare il monumento, puoi anche accedere all’interno e poi salire sulla terrazza panoramica.

Chi era Enrico il Navigatore: fu il primo sovrano a supportare pienamente le esplorazioni marittime portoghesi e svolse un ruolo cruciale nel finanziare e dirigere diverse spedizioni di successo. Grazie a lui, il Portogallo conquistò le sue prime colonie.

Ecco tutte le informazioni utili per la visita:

  • 🎟️ Biglietti: 10€ adulti / 8,50 over 65 / 5€ 13-25
  • 🕒 Orari: 10:00-19:00.
  • 📍Ubicazione: Av. Brasília. Maps

Monastero dos Jeronimos

Monastero dos Jeronimos, in un itinerario di 5 giorni a Lisbona

Cosa visitare a Lisbona in 5 giorni? La nostra prossima tappa è l’attrazione più visitata di Lisbona, il meraviglioso Mosteiro dos Jeronimos.

Anche questa è un’opera risalente all’Era delle Scoperte, costruita nello stesso periodo della Torre di Belém, e venne dichiarata Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO nel 1983.

Il monastero, sia nella sua parte esterna che negli interni, è un capolavoro assoluto dello stile manuelino.

Curiosità: il Monastero dos Jeronimos sorge dove si trovava l’Ermida do Restelo, la chiesa dove Vasco da Gama e il suo equipaggio si fermarono a pregare la notte prima del celebre viaggio, che permise loro di scoprire una via alternativa per le Indie.

Ecco tutte le informazioni utili per la visita:

Musei di Belém da visitare

Il quartiere di Belém non è famoso solo per i suoi monumenti storici, ma anche per i suoi eccellenti musei.

Ecco una selezione di alcuni dei miei musei preferiti:

  • Centro Cultural de Belém (CCB): Un moderno centro culturale che ospita frequentemente mostre d’arte, concerti e spettacoli. All’interno trovi il celebre Museu Coleção Berardo, uno dei principali musei di arte moderna e contemporanea in Portogallo. Visita consigliatissima!
  • Museo dei Carri (Museu Nacional dos Coches): Unico nel suo genere, questo museo espone una delle più importanti collezioni di carrozze reali e storiche al mondo (qui trovi i biglietti)
  • Quake Lisbon Earthquake Museum: Vuoi rivivere in maniera super realistica il terremoto del 1755? Ecco il museo che fa per te! Si tratta di un vero e proprio simulatore di terremoto. Per me è stata un’esperienza divertentissima, che consiglio a tutti (qui trovi i biglietti)
  • Museo della Marina (Museu de Marinha): Perfetto per gli appassionati di storia marittima, questo museo espone modelli di navi, mappe antiche e altri oggetti legati alla storia marittima del Portogallo.

Consiglio: Purtroppo non potrai visitare tutti questi musei in un giorno, per questo il mio consiglio è quello di sceglierne almeno 1 (meglio se 2).

Personalmente quale visiterei se dovessi scegliere? Sicuramente il Museo Berardo e il Quake Lisbon Earthquake Museum, rivivere “realmente” il terremoto del 1755 è stata per me un’esperienza emozionante e allo stesso tempo educativa.

Giorno 4: Sintra, la principale località nei dintorni di Lisbona

Sintra, in un itinerario di 5 giorni a Lisbona

Sintra, con le sue colline verdeggianti e le opere architettoniche fiabesche, è un vero e proprio gioiello situato a poche decine di chilometri da Lisbona. Questo incantevole borgo storico è il luogo ideale per immergersi in un mondo di romanticismo e mistero.

Ecco le attrazioni che scopriremo oggi e la mappa:

  • A) Palacio da Pena
  • B) Parque da Pena
  • C) Quinta da Regaleira

Come arrivare a Sintra da Lisbona: raggiungere il borgo, situato a circa 25 km dalla capitale è facilmente raggiungibile grazie ai treni della Comboios. Trovi un collegamento ogni 30 minuti al modico prezzo di 2,30€.

Palacio da Pena e Parque da Pena

Palacio da Pena, Sintra

Una volta giunti a Sintra, la nostra prima tappa è il Palacio da Pena, una residenza reale che sembra uscita da un libro di fiabe per bambini.

A rendere questo palazzo unico è sia la sua posizione, in cima a una collina che offre viste mozzafiato sulla campagna circostante, sia il suo eclatante stile architettonico, che è un mix di stili come il neorinascimentale, neomoresco e neogotico, oltre ai suoi colori vivaci.

Il palazzo venne costruito nel 1840 per il re Ferdinando II che decise di farne la sua residenza estiva.

Cosa vedere al Palacio da Pena?

  • Le stanze reali: potrai esplorare le camere private del re e della regina, arredate con mobili originali risalenti al XIX secolo.
  • Caminho de Ronda: potrai camminare lungo il perimetro della muraglia che circonda il Palacio da Pena, e se sei fortunato e non c’è nebbia, potrai ammirare un panorama che si estende fino a oltre 40 km.
  • Il parco: un enorme e lussureggiante giardino che circonda il palazzo, pieno di piante esotiche, fontane, sculture e sentieri suggestivi.
  • Lo Chalet della Contessa Elise: venne costruito per la seconda moglie di Ferdinando II, Elise Hesler. All’esterno sembra di legno, ma in realtà è costruito in pietra e calce.

Ecco tutte le informazioni utili per la visita:

  • 🎟️ Biglietti: 20€ adulti / 18€ 6-17 / 18€ over 65 / gratis 0-5 (qui trovi i biglietti)
  • 🕒 Orari: 9:30-18:30.
  • 📍Ubicazione: Estrada da Pena. Maps

Quinta da Regaleira

Pozzo Iniziatico, Quinta da Regaleira

La prossima tappa del nostro itinerario di 5 giorni a Lisbona, è la Quinta da Regaleira, una lussuosa tenuta circondata da un misterioso giardino.

Questa tenuta è nota per il suo simbolismo esoterico e le strutture enigmatiche, che includono cappelle, torri e persino un pozzo iniziatico che rappresenta i 7 gironi dell’inferno dantesco.

La villa fu costruita all’inizio del XX secolo per il ricchissimo imprenditore brasiliano António Augusto Carvalho Monteiro, che era profondamente interessato all’alchimia e alla massoneria.

Il risultato è una proprietà che sembra un labirinto di simboli e segreti da scoprire.

Cosa vedere alla Quinta da Regaleira?

  • Il Pozzo Iniziatico: una torre capovolta che si sviluppa verticalmente per 27 metri. È collegato con una serie di gallerie e simboleggia l’inizio del viaggio di rinascita, attraverso 7 livelli che rappresentano i 7 gironi dell’inferno.
  • I giardini: esplora i sentieri nascosti, le grotte e le strutture bizzarre che punteggiano il paesaggio.
  • Il Palazzo: anche se meno opulento del Palacio da Pena, è ricco di dettagli architettonici e decorazioni simboliche.

Ecco tutte le informazioni utili per la visita:

  • 🎟️ Biglietti: 12€ adulti / 7€ 6-17 e over 65 / gratis 0-5.
  • 🕒 Orari: ottobre-aprile 10:00-18:30 / maggio-settembre 10:00-19:00.
  • 📍Ubicazione: R. Barbosa du Bocage 5. Maps

Curiosità su Quinta da Regaleira:

  • L’intera tenuta di 4 ettari venne progettata con l’aiuto dell’architetto italiano Luigi Manini.
  • Il parco di Quinta da Regaleira nasconde una grande rete di passaggi segreti e tunnel. Uno di questi si trova alla base del Pozzo Iniziatico.

Giorno 5: Alcântara

In questo ultimo giorno a Lisbona la nostra meta è il quartiere Alcântara, anche questa una delle zone più antiche della città.

Il nome del quartiere è dovuto a un ponte costruito dai romani. Il nome venne attribuito alla zona dagli arabi, infatti “Alcântara” proviene dall’arabo e vuol dire “ponte”.

Ecco la lista delle attrazioni e la mappa dell’itinerario odierno:

  • A) Museo Nacional de Arte Antiga
  • B) Museo do Oriente
  • C) Vivi la Pilar 7 Bridge Experience
  • D) Lx Factory
  • E) Doca de Santo Amaro

Museo Nacional de Arte Antiga

Si tratta di uno dei musei più antichi e importanti di Lisbona, con una enorme collezione che spazia dal Medioevo fino al XIX secolo, con opere di arte portoghese, europea, africana e asiatica.

Cosa vedere in questo interessantissimo museo?

La collezione include oltre 4000 opere, tra queste ben 2200 sono dipinti (la collezione più grande del Portogallo).

I dipinti includono capolavori di diverse scuole, dalla italiana, alla spagnola, portoghese, fino ad arrivare ai capolavori della scuola fiamminga.

Oltre a questo, potrai ammirare sculture, abbigliamento antico, gioielli, tessuti e oggetti provenienti dall’Asia e dall’Africa.

Ecco tutte le informazioni utili per la visita:

Museo do Oriente

Come avrai capito, il Portogallo ha avuto secoli di storia che si è intrecciata con le culture dell’Asia.

Per questo motivo, un museo dedicato a queste culture non poteva di certo mancare.

A breve distanza dalla stazione di Alcantara-mar troviamo il Museo dell’Oriente.

Cosa vedere al suo interno?

Il museo ospita sia una grande mostra permanente, che in genere 1 o 2 mostre temporanee.

La mostra permanente durante la mia visita era suddivisa in 2 parti. Una mostra dedicata alla presenza del Portogallo in Asia. E una seconda su vari elementi etnografici raccolti da diverse parti del continente asiatico.

Tra le varie opere puoi trovare ceramiche pregiate provenienti dalla Cina, maschere cerimoniali, strumenti musicali e tanto altro.

Ecco tutte le informazioni utili per la visita:

  • 🎟️ Biglietti: 6€.
  • 🕒 Orari: martedì-domenica 10:00-18:00.
  • 📍Ubicazione: Doca de Alcantara Norte, Av. Brasília. Maps

Vivi la Pilar 7 Bridge Experience

Ponte 25 abril, Lisbona

Chi non conosce il maestoso Ponte 25 aprile?

Si tratta di un’enorme costruzione che collega Lisbona ad Almada attraversando il fiume Tago da una sponda all’altra. Il ponte è lungo ben 2278 metri e venne costruito durante la dittatura di Salazar negli anni ’60.

Una delle esperienze più adrenaliniche da vivere a Lisbona si svolge proprio su questo punto.

La Pilar 7 Bridge Experience ti permetterà di conoscere la storia del ponte e di salire sul suo 7º pilone, ammirando attraverso una terrazza panoramica in vetro, a un’altitudine di circa 80 metri, uno spettacolare panorama sul fiume Tago e su Lisbona.

Ecco tutte le informazioni utili per la visita:

  • 🎟️ Biglietti: 5,50€ adulti / 3,70€ over 65 / gratis 0-5 (qui trovi i biglietti).
  • 🕒 Orari: 10:00-18:00.
  • 📍Ubicazione: Av. da Índia 52. Maps

Lx Factory

Lx Factory, da visitare in 5 giorni a Lisbona

Cosa vedere a Lisbona in 5 giorni? La nostra prossima tappa è la celebre Lx Factory, una fabbrica abbandonata per decenni e poi trasformata in un vivacissimo centro culturale.

Lx Factory si sviluppa su 23.000 metri quadrati e ospita moltissimi locali (alcuni con una vista suggestiva sul Tago), negozietti, un mercatino delle pulci, laboratori di diversi artisti, coworking space e una delle 10 librerie più belle al mondo.

Ecco alcune delle cose che ho apprezzato della Lx Factory e che mi sento di consigliarti:

  • Il laboratorio di Pietro Prosperio: un signore di origini italiane che ha aperto questo piccolo laboratorio in cui crea delle vere e proprie opere d’arte e di ingegneria partendo da oggetti rotti o non più in uso.
  • Ler Devagar: come ti dicevo si tratta di una delle librerie più belle al mondo.
  • LX Market: attivo solo la domenica, si tratta di un fornitissimo mercatino delle pulci. All’interno trovi di tutto, vestiti vintage, gioielli fatti a mano, opere d’arte, libri e tanto altro.
  • I moltissimi caffè e ristoranti originali, ottimi per una pausa e per mangiare o bere qualcosa con vista sul Tago.

Doca de Santo Amaro

Infine, l’ultima tappa di questo itinerario di 5 giorni a Lisbona è Doca de Santo Amaro.

“Di cosa si tratta esattamente, Alex?”

Doca de Santo Amaro è un porticciolo turistico, diventato negli ultimi anni sede di moltissimi ristoranti e bar che ti permettono di cenare o bere qualcosa con una vista suggestiva sul Tago.

Com’è l’ambiente?

A differenza del Bairro Alto, qui i prezzi sono più alti, e in generale l’ambiente è più raffinato (simile a Principe Real). È una zona che reputo ideale per una cena romantica o per sorseggiare un buon cocktail con vista.

In alternativa, puoi restare nella LX Factory, dove troverai un’ampia scelta di locali in cui trascorrere la serata.


Altri articoli che potrebbero interessarti:

Dove soggiornare a Lisbona? Le zone in base ai tuoi interessi:

  • Se visiti Lisbona per la prima volta: la zona di Baixa-Chiado è perfetta, con molte attrazioni turistiche raggiungibili a piedi e molti ristoranti e negozi a portata di mano. La zona è inoltre ben collegata con l’aeroporto (qui trovi i migliori alloggi in questa zona).
  • Se sei alla ricerca di un’esperienza autentica: Alfama è il quartiere più antico di Lisbona e ti offre un assaggio della vita tradizionale portoghese e del fado (qui trovi i migliori alloggi in questa zona).
  • Se vuoi vivere al massimo la vita notturna: il quartiere migliore in questo caso è il Bairro Alto. Famoso per la nightlife e per ospitare il maggior numero di bar e discopub di Lisbona (qui trovi i migliori alloggi in questa zona).
  • Se visiti Lisbona con i bambini: in questo caso può andare bene sia il centro (la zona di Baixa-Chiado-Rossio) sia il quartiere di Parque das Naçoes che si trova tra il centro e l’aeroporto e ospita diverse attrazioni adatte ai bimbi, come l’Oceanario de Lisboa (qui trovi i migliori alloggi in questa zona).
  • Se vuoi spendere il meno possibile: Lisbona è ancora relativamente economica a livello di alloggi. Può andare bene qualsiasi zona perché quasi tutte offrono anche soluzioni economiche. Gli ostelli che trovi un po’ ovunque costano a partire da 15-20€ a notte.

Come risparmiare a Lisbona?

  • Risparmiare su attrazioni e trasporti: il modo migliore per risparmiare fino al 40-50% sui mezzi e sulle visite è la Lisboa card. Un pass che include 38 attrazioni gratuite, sconti dal 10% al 50% sulle attrazioni non incluse gratis, e l’utilizzo illimitato dei mezzi pubblici di Lisbona (trovi la Lisboa card su questo sito).
  • Ristoranti: per risparmiare hai due soluzioni. Puoi portarti qualcosa da mangiare facendo un po’ di spesa, oppure mangiare nelle tascas. Si tratta di ristoranti molto semplici (e un po’ spartani) ma con ottimo cibo a prezzi relativamente bassi (dai 10€ ai 20€ a persona).
  • Fado: non si può visitare Lisbona senza aver partecipato ad almeno uno spettacolo di fado. Se vuoi risparmiare il mio consiglio è quello di evitare le case del fado che in molti casi purtroppo sono diventate vere e proprie trappole per turisti (spesa minima di 50€). Dove andare? Vai in una tasca oppure in uno spettacolo professionale come Fado in Chiado.

Articoli simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.