Cosa vedere a Lisbona in 3 giorni
·

Cosa Vedere a Lisbona in 3 Giorni: Itinerario + Tips + Mappa 2024

Vuoi sapere cosa vedere a Lisbona in 3 giorni?

Stai cercando informazioni aggiornate per pianificare il tuo viaggio a Lisbona in autonomia?

Sei nel posto giusto! Lisbona infatti è una delle città in cui ho vissuto (e in cui torno spesso) e in questo articolo trovi una guida super completa che include:

  • Un itinerario di 3 giorni a Lisbona (dettagliato e suddiviso per 3 giorni)
  • Mappa per ogni giornata.
  • Informazioni pratiche e aggiornate per le attrazioni incluse, con dettagli su biglietti, orari, ubicazione.
  • Tantissime curiosità e consigli che solo chi ha vissuto in questa città può conoscere.

Sei pronta/o a scoprire il meglio che la capitale portoghese ha da offrire? Hai detto di sì? Iniziamo!

Ecco un breve riassunto del mio itinerario di 3 giorni a Lisbona:

  • Giorno 1 – Centro di Lisbona: In questo primo giorno, le tappe prevedono le principali attrazioni del centro, quindi Praça do Comércio, Lisboa Story Centre, Arco da Rua Augusta, Piazza del Rossio, A Ginjinha, Elevador de Santa Justa, Convento do Carmo e il Bairro Alto.
  • Giorno 2 – Quartiere di Belém: Il secondo giorno di questo itinerario di 3 giorni a Lisbona prevede la visita di Belém, situata a circa 7 km dal centro. Le tappe sono le seguenti: Monastero dos Jerónimos, Museo Berardo, Museo Quake, Monumento alle Scoperte e la Torre de Belém.
  • Giorno 3 – Alfama e Alcântara: Durante l’ultimo giorno visiteremo i due quartieri e le seguenti tappe: Tram 28, Miradouro de Santa Luzia, Castello di São Jorge, Museu Nacional de Arte Antiga, Timeout Market e Pink Street.

Se vuoi approfondire e scoprire l’itinerario nel dettaglio (con consigli, curiosità e informazioni utili su orari, biglietti e tanto altro), continua a leggere l’articolo.

Dove dormire a Lisbona in 3 giorni

Se non hai ancora deciso dove soggiornare a Lisbona, in questa prima sezione ti spiego quali sono le zone migliori suddivise in base alle tue potenziali esigenze.

Se vuoi un approfondimento, ho scritto un articolo a riguardo che trovi qui: Zone migliori dove alloggiare a Lisbona.

Pronta/o? Iniziamo:

Se è la prima volta che visiti Lisbona, ti consiglio assolutamente i quartieri centrali come Baixa, Chiado e la zona del Rossio. Qui troverai alloggi per tutte le tasche e sarai vicino alla maggior parte delle attrazioni.

Alloggi consigliati in questa zona:

Se ti interessa la vita notturna, ti consiglio di alloggiare tra il Bairro Alto e Cais do Sodré.

Alloggi consigliati in questa zona:

Se visiti Lisbona per 3 giorni con la famiglia, ti consiglio Parque das Naçoes, perché ospita diversi parchi e attrazioni dedicate ai bambini, come ad esempio l’Oceanario de Lisboa (un acquario) e il Museo delle Scienze.

Alloggi consigliati in questa zona:

Cosa vedere a Lisbona in 3 giorni

Giorno 1: Centro di Lisbona

Giorno 1_ itinerario di 3 giorni a Lisbona

Il nostro itinerario inizia nel centro di Lisbona che ospita i quartieri più iconici e alcune tra le attrazioni più famose.

Ecco la mappa e le tappe dell’itinerario di oggi:

  • Praça do Comércio
  • Lisboa Story Centre
  • Arco da Rua Augusta
  • Piazza del Rossio
  • A Ginjinha
  • Elevador de Santa Justa
  • Convento do Carmo
  • Bairro Alto

Praça do Comércio

La prima tappa del nostro itinerario di tre giorni a Lisbona ci porta in uno dei luoghi più simbolici della capitale portoghese.

Praça do Comércio, meglio conosciuta come Terreiro do Paço, è una maestosa piazza costruita dopo il disastroso terremoto del 1755.

Piazza del Commercio, da visitare a Lisbona in 3 giorni

Dove oggi sorge questa piazza, un tempo si ergeva il Palazzo Ribeira, una residenza reale che venne completamente rasa al suolo dal terremoto.

Ecco i principali luoghi di interesse che ho visto durante la mia visita in questa piazza:

  • Statua Equestre di re Giuseppe I: Il primo elemento che ha attirato la mia attenzione è stata la grande statua in bronzo di re Giuseppe I, realizzata da Joaquim Machado de Castro, come tributo al re sopravvissuto durante il terremoto.
  • Arco da Rua Augusta: Altro elemento che è impossibile non notare è il magnifico arco di trionfo, simbolo della rinascita di Lisbona, che collega la piazza con il resto della città.
  • Caffè Martinho da Arcada: Un amico portoghese mi ha segnalato anche questo bar/ristorante che a quanto pare è il più antico di Lisbona. Si trova nell’angolo nord-est della piazza ed è aperto dal lontano 1782.
  • Infine, il Museo Lisboa Story Centre, che è anche la nostra prossima tappa.

Lisboa Story Centre

Cosa vedere a Lisbona in 3 giorni? Senza bisogno di lasciare Praça do Comércio, ci siamo fermati in questo interessantissimo museo dedicato alla storia di Lisbona.

“Alex di cosa si tratta esattamente?”

Il Lisboa Story Centre offre mi ha permesso di vivere un spettacolare viaggio attraverso la storia di Lisbona, combinando tecnologia avanzata e scenografie immersive per raccontare gli avvenimenti più importanti che hanno segnato la capitale portoghese.

Il museo è suddiviso in 6 sezioni tematiche, organizzate più o meno in maniera cronologica.

La sezione che mi ha colpito maggiormente è senza dubbio la terza.

Questa sezione offre una rappresentazione immersiva del devastante terremoto del 1755, raccontando storie e aneddoti al riguardo e come il terremoto ha avuto un impatto su Lisbona.

  • 🎟️ Biglietti: 7€ adulti / 5€ over 65 e studenti / 3€ 6-15 anni / gratis 0-5 anni.
  • 🕒 Orari: tutti i giorni, 10:00-19:00.
  • 📍Ubicazione: Praça do Comércio 78. Maps

Arco da Rua Augusta

Arco da Rua Augusta

Un’altra tra le cose da vedere a Lisbona in 3 giorni è l’arco che collega Praça do Comercio al resto della città.

L’Arco da Rua Augusta è un’imponente opera architettonica, simbolo della rinascita di Lisbona dopo il devastante terremoto del 1755.

L’arco trionfale, in pietra, è uno dei più rilevanti esempi architettonici della Lisbona ottocentesca.

Venne progettato inizialmente nel XVIII secolo per celebrare la ricostruzione della città dopo il terremoto, ma i lavori furono completati solo nel 1875.

L’arco è ricco di elementi allegorici e sculture e bassorilievi.

Ad esempio, in cima all’arco, troviamo un gruppo allegorico realizzato dallo scultore Célestin Anatole Calmels, intitolato “La Gloria incorona il Genio e la Bravura”.

Consiglio del Nomade: mi raccomando, non perderti il punto panoramico che si trova in cima all’Arco da Rua Augusta. Da questo belvedere potrai ammirare uno dei panorami più suggestivi sulla piazza e sulla Rua Augusta.

Ecco tutte le informazioni utili per salire sul belvedere:

  • 🎟️ Biglietti: 3,50€ da 6 anni / gratis 0-5 anni.
  • 🕒 Orari: giornalmente 10:00-19:00.
  • 📍Ubicazione: R. Augusta 2. Maps

Piazza del Rossio

Rossio, da visitare a Lisbona in 3 giorni

Cosa visitare a Lisbona in 3 giorni?

Successivamente, proseguiamo lungo la Rua Augusta, la principale via commerciale di Lisbona, fino a raggiungere Piazza Rossio, ufficialmente conosciuta come Praça Dom Pedro IV.

Durante la sua lunga storia, la piazza ha ospitato eventi di vario genere, dalle corride ai festival, fino agli autodafé durante l’inquisizione spagnola.

Ecco le principali attrazioni che ho avuto modo di vedere in questa piazza:

  • Teatro Nacional D. Maria II: Situato sul lato nord della piazza, il teatro prende il nome dalla figlia di Pietro IV, Maria II. Si tratta di uno dei teatri più importanti del Portogallo.
  • Statua di Pietro IV: Al centro della piazza si trova la statua di Pietro IV del Portogallo, primo imperatore del Brasile. Alla base della statua ci sono quattro figure allegoriche che rappresentano le quattro virtù cardinali: Giustizia, Sapienza, Fortezza e Temperanza.
  • Calçada Portuguesa: Nella metà del XIX secolo, la piazza è stata piastrellata con mattonelle bianche e nere, creando un primo motivo decorativo che ha ispirato molte altre piazze e strade di Lisbona. Questo tipo di decorazione è diventato poi uno degli elementi distintivi di Lisbona e del Portogallo in generale.

A Ginjinha

Ginjinha, da provare a Lisbona

Continuiamo il nostro tour di Lisbona verso la prossima tappa che si trova a pochi passi dal Rossio. A Ginjinha è uno storico bar noto per la Ginja.

Di cosa si tratta? La Ginja, o Ginjinha, è un liquore molto dolce fatto con aguardiente (un distillato) e amarene che vengono macerate al suo interno.

Si tratta di uno dei liquori tradizionali di Lisbona e del Portogallo.

Dove berlo? Nel bar “A Ginjinha,” aperto nel lontano 1840 e da allora gestito dalla stessa famiglia per ben cinque generazioni.

Uno shot di Ginja costa circa 1,50€, ed è possibile scegliere tra due varianti: con o senza amarena (“com” e “sem”).

Com’è? Buonissimo, anche se il sapore di cannella è spesso sovrastante rispetto alle amarene.

Sul serio, non puoi pensare di visitare Lisbona senza fare un salto da questo storico locale. 😃

Elevador de Santa Justa

Elevador de Santa Justa

Cosa fare a Lisbona in 3 giorni? Per la prossima tappa, incamminati verso la Rua do Ouro, che si trova a breve distanza dal bar A Ginjinha.

L’Elevador de Santa Justa è uno degli ascensori più famosi e rappresentativi della città.

Si tratta di una struttura in ferro battuto del XIX secolo che collega il quartiere Baixa con il Largo do Carmo.

Il design neogotico, con intricati motivi in ferro battuto, è stato concepito dall’ingegnere Raoul Mesnier du Ponsard. L’ascensore è stato inaugurato nel 1902 e inizialmente utilizzava un motore a vapore, sostituito da uno elettrico nel 1907.

Pensa che in passato faceva parte del sistema di trasporto pubblico, per aiutare i cittadini a evitare la ripida salita verso Largo do Carmo.

Oggi è ancora un mezzo di trasporto ma concepito più come attrazione turistica.

Consiglio del Nomade: il biglietto per andata e ritorno costa 5,80€. Un prezzo, a mio avviso, un po’ troppo elevato per pochi minuti di salita. La soluzione? Munisciti di Lisboa Card, che include molte attrazioni e tutti i mezzi di trasporto. Con la card, potrai utilizzare l’Elevador senza pagare ulteriormente.

Altro consiglio: una volta raggiunta la cima, continua la salita a piedi, prendendo le scale, verso la terrazza panoramica che si trova più in alto. Fermati ad ammirare lo spettacolare panorama che si aprirà davanti ai tuoi occhi.

Curiosità: Lisbona è famosa per essere ricca di salite e discese, a causa della sua particolare conformazione (si trova su 7 colline). Per questo motivo, la città vanta molte terrazze panoramiche, ascensori e funicolari.

Convento do Carmo

Convento do Carmo

A questo punto, il nostro itinerario di 3 giorni a Lisbona prosegue a Largo do Carmo, dove noterai subito la presenza di una chiesa semi-distrutta.

Si tratta dell’iconico Convento do Carmo, noto anche come la “chiesa senza tetto di Lisbona”, una straordinaria testimonianza della devastazione causata dal terremoto del 1755.

La chiesa non è mai stata completamente restaurata perché le sue arcate, che si alzano e sembrano sorreggere il cielo, creano un’atmosfera a dir poco surreale e a tratti romantica. Per questo si decise di lasciarla così.

Cosa vedere nel Convento do Carmo?

  • Rovine Medievali: Il convento conserva rovine medievali impressionanti, con pietre tombali, sculture e azulejos (piastrelle in ceramica portoghese e spagnola).
  • Museo Archeologico do Carmo (MAC): Fondato nel 1864, il museo ospita collezioni che vanno dalla preistoria all’età contemporanea, con sarcofagi romani, mummie peruviane e manufatti dell’Età del Rame.

Informazioni utili per visitare il convento:

  • 🎟️ Biglietti: 5€ adulti / 4€ studenti e over 65 / gratis 0-14.
  • 🕒 Orari: novembre-aprile 10:00-18:00 / maggio-ottobre 10:00-19:00.
  • 📍Ubicazione: Largo do Carmo 27. Maps

Passa la serata nel Bairro Alto

L’ultima tappa di questo primo giorno a Lisbona è il quartiere Bairro Alto.

Perché andarci? Si tratta della zona numero uno a Lisbona per quanto riguarda la vita notturna.

Qui trovi la più alta concentrazione di locali in tutta la città.

Se non è ancora sera, ti consiglio di fare tappa prima al belvedere chiamato “Miradouro de São Pedro de Alcântara”. Per raggiungerlo prendi la funivia “Elevador da Gloria” situato a Praça dos Restauradores.

Successivamente, dirigiti verso la zona della vita notturna.

In quali locali andare? I bar sono davvero tanti, giusto per citarne alcuni che ho provato e in cui ho avuto un’ottima esperienza, ti consiglio:

  • The Old Pharmacia: famoso wine bar, ottimo per chi vuole un ambiente un po’ più tranquillo, in un locale storico situato in una antica farmacia. Si può anche mangiare oltre che bere. 📍Maps
  • Bambaré Bar: un disco-pub, con prezzi abbastanza contenuti e buona musica.📍 Maps
  • Pavilhão Chinês: un bar-museo unico. All’interno sembra di stare in un piccolo museo con migliaia di piccole opere d’arte come soldatini in piombo, ceramica, oggetti di antiquariato e tanto altro. Ci sono persino opere appese al soffitto. I drink non sono il massimo, ma ci si va per scattare foto al locale (prendi una birra che è meglio).📍Maps

Giorno 2: Quartiere di Belém

Visitare Belém, in un itinerario di 3 giorni a Lisbona

In questo secondo giorno visitiamo il quartiere di Belém, famoso per essere la culla dell’Era delle Scoperte che ha reso il Portogallo una delle superpotenze mondiali durante il 1500.

Qui trovano sede molte attrazioni e monumenti legati a quel periodo e il nostro itinerario si incentra proprio su questi punti di interesse.

Ecco la mappa e l’itinerario del secondo giorno:

  • A) Monastero dos Jeronimos
  • B) Museo Berardo
  • C) Quake Earthquake Museum
  • D) Monumento alle Scoperte
  • E) Torre de Belém

Monastero dos Jerónimos

La prima tappa di questo secondo giorno a Lisbona è l’attrazione più importante da visitare nella città.

Il monumentale Monastero dos Jerónimos è un capolavoro architettonico e un simbolo di uno dei periodi più floridi della storia del paese.

Monastero dos Jeronimos, da visitare a Lisbona in 3 giorni

Il Monastero venne costruito a partire dal 1502 per volere del Re Don Manuel I e venne dedicato a San Geronimo, protettore dei marinai.

Il suo stile architettonico, il manuelino, combina elementi rinascimentali, gotici e moreschi e venne edificato per celebrare la scoperta di una via per le Indie da parte di Vasco da Gama.

Cosa vedere in questo meraviglioso monastero? Ecco alcuni degli elementi che più mi hanno colpito durante le mie visite:

  • Portali Principali: Il Monastero presenta due portali principali: il portale di ingresso, realizzato da Nicolau Chanterenne nel 1517, e il portale Sud, di dimensioni maggiori con la figura centrale della Nostra Signora di Belém.
  • Chiesa di Santa Maria: Situata accanto al Monastero, è un esempio importante di architettura gotica portoghese e custodisce le spoglie di Luís Vaz de Camões e Vasco de Gama.
  • Chiostro del Monastero: Una struttura quadrata di 55 metri per lato, considerata uno dei chiostri più belli d’Europa.
  • Il Refettorio: Un’ampia area con copertura a nervature e pareti decorate con bellissime piastrelle di azulejos con motivi religiosi.

Consiglio: Si tratta di una delle attrazioni più visitate del Portogallo. Per questo motivo, ti consiglio vivamente di acquistare il biglietto “salta la fila” direttamente online.

Informazioni utili per visitare il monastero:

  • 🎟️ Biglietti: 12€.
  • 🕒 Orari: 9:30-18:00.
  • 📍Ubicazione: Praça do Império. Maps

Museo Berardo

Museo Berardo

Cosa vedere a Lisbona in 3 giorni?

A breve distanza dal monastero, troviamo il Centro Cultural de Belém, che ospita il Museo Berardo.

Fondato nel 2007, il Museo Berardo è il principale museo di arte contemporanea del Portogallo.

La sua collezione è dovuta a Joe Berardo, un magnate portoghese che nel corso della vita ha raccolto opere per centinaia di milioni di euro.

Queste opere sono state prestate al centro culturale, che ne ha fatto un museo.

Tra le opere più significative troviamo, ad esempio, “Judy Garland” di Andy Warhol, oltre a diverse opere del cubismo, surrealismo, dadaismo e neoplasticismo.

Il tutto è organizzato in maniera cronologica e la visita è stata super interessante per me.

Museo Quake

Cosa fare a Lisbona in 3 giorni?

Un museo che mi ha colpito particolarmente, nella mia ultima visita a Lisbona, è il Quake Earthquake Museum.

Di cosa si tratta? Di un museo interamente dedicato ai terremoti, e in particolare al sisma del 1755.

Nel XVIII secolo, Lisbona era una delle città più ricche e influenti del mondo, grazie al commercio d’oltremare e alle sue colonie sudamericane, asiatiche e africane.

Tuttavia, il 1° novembre 1755, la città fu colpita da un devastante terremoto di magnitudo 8.0, seguito da uno tsunami che rase al suolo buona parte della città e uccise il 30% della popolazione.

Il museo mi ha permesso di capire innanzitutto come funzionano veramente i terremoti e poi mi ha fatto rivivere in prima persona (anche attraverso la riproduzione super realistica del sisma).

  • 🎟️ Biglietti: da 21€ adulti / da 14,50 6-12 anni / da 17€ 65+
  • 🕒 Orari: giornalmente 10:00-18:00.
  • 📍Ubicazione: R. Cais de Alfândega Velha 39. Maps

Monumento alle Scoperte

Monumento alle scoperte, Lisbona

Cosa c’è altro da vedere a Lisbona in 3 giorni? Continuiamo il nostro tour di Belém, scattando qualche foto all’enorme monumento situato sul lungofiume, noto come Padrão dos Descobrimentos.

Di cosa si tratta? Si tratta di una grande struttura in pietra costruita nel 1960 per commemorare il quinto centenario della morte di Enrico il Navigatore.

Il monumento raffigura una grande caravella, sulla cui prua si trovano le sculture dei più importanti eroi dell’Era delle Scoperte. Il primo è Enrico il Navigatore, seguito da altri personaggi come Vasco da Gama.

È anche possibile accedere all’interno e salire sulla terrazza panoramica, se lo desideri; in caso contrario, scatta qualche foto e poi percorri il lungofiume in discesa fino alla nostra prossima attrazione.

  • 🎟️ Biglietti: 10€ adulti / 8,50 over 65 / 5€ 13-25
  • 🕒 Orari: 10:00-19:00.
  • 📍Ubicazione: Av. Brasília. Maps

Torre de Belém

Torre di Belém, da visitare a Lisbona in 3 giorni

La prossima tappa è probabilmente il monumento più fotografato e rappresentativo di Lisbona.

La grande torre difensiva è conosciuta come “Torre de Belém”.

La Torre fu ideata da re João II nel 1490 e completata dal figlio re Manuel I tra il 1514 e il 1519.

Inizialmente dedicata a San Vincenzo, serviva come torre di difesa e controllo del traffico navale lungo il Tago. Dopo l’invasione spagnola del 1580, i piani inferiori furono utilizzati come prigione politica.

Durante la visita ho scoperto che la torre è suddivisa in quattro piani, con una terrazza panoramica accessibile tramite una stretta scala a chiocciola.

All’interno non c’è moltissimo da vedere, tranne alcune sale come la sala do governador, la sala dos reis, la cappella e l’aula per le udienze.

La parte più interessante è stata senza dubbio fotografare l’esterno e salire sulla terrazza panoramica, che reputo una delle più belle di Lisbona.

Consiglio del Nomade: Ci sono molte scale durante la visita alla Torre, quindi è importante indossare scarpe comode e non scivolose.

Informazioni pratiche per visitare la torre:

  • 🎟️ Biglietti: 8€ adulti / gratis 0-11.
  • 🕒 Orari: martedì-domenica 10:00-17:30.
  • 📍Ubicazione: Av. Brasília. Maps

Giorno 3: Alfama e Alcântara

Giorno 3 - Alfama e Alcantara, in un itinerario di 3 giorni a Lisbona

Per il nostro ultimo giorno a Lisbona ci concentreremo su 2 quartieri. L’Alfama, quartiere il più tradizionale e antico di Lisbona e Alcântara, il quartiere del Ponte 25 di Aprile e della Lx Factory.

Ecco la mappa e le tappe dell’itinerario di oggi:

  • A) Tram 28 (Campo de Ourique)
  • B) Miradouro de Santa Luzia
  • C) Castello di São Jorge
  • D) Museu Nacional de Arte Antiga
  • E) Timeout Market
  • F) Pink Street

Campo Ourique per il Tram 28

Cosa fare a Lisbona in 3 giorni? Per il terzo giorno ho pensato di iniziare con uno dei simboli di Lisbona: il Tram 28.

Per chi non lo sapesse, si tratta di un iconico tram “remodelado“, risalente al 1914, introdotto all’inizio per sostituire i carri a cavallo che percorrevano alcune strade molto ripide e difficili da affrontare per altri mezzi.

Tram 28, Lisbona

Il tram fa ancora parte della Carris (trasporto pubblico di Lisbona).

Ma magari ti stai chiedendo “per quale motivo un semplice tram è tanto celebre da essere considerato un’attrazione?”

I motivi sono molteplici. Il primo è senza dubbio il fatto che si tratta di un tram vintage. Ma il secondo e più importante è il suo percorso a dir poco spettacolare.

Il Tram 28 infatti sfreccia attraverso 7 km di percorso, tra i quartieri storici più importanti della città, regalando diversi scorci da togliere il fiato.

Con salite e discese ripide, curve strettissime, a momenti in cui le strade sono talmente strette che è possibile toccare gli edifici affacciandosi dai finestrini del tram.

Consiglio del Nomade: prendi il Tram 28 in uno dei suoi due capolinea. Per seguire alla lettera il mio itinerario, prendi il tram a Campo de Ourique (Prazeres).

  • 🎟️ Biglietti: la corsa costa 3€.
  • 🕒 Orari: giornalmente 6:00-22:30.
  • 📍Ubicazione: capolinea Campo de Ourique. Maps

Miradouro de Santa Luzia

Vista dal Miradouro de Santa Luzia

Dopo aver attraversato quasi tutto il centro di Lisbona (quasi a fine percorso), incontrerai la fermata Sta. Luzia.

È qui che dovrai scendere per proseguire verso la prossima tappa.

Di quale attrazione sto parlando? Del Miradouro de Santa Luzia. Una delle tantissime terrazze panoramiche di Lisbona e quella che per me è la più affascinante e romantica.

Questa terrazza panoramica si trova nell’Alfama e offre un panorama suggestivo sul centro e sul fiume Tago.

Il suo pergolato ricoperto di bougainvillea crea inoltre un’atmosfera romantica. Spesso qui trovi fotografi, artisti e persino cantanti di fado che si esibiscono in pubblico.

Consiglio del Nomade: un elemento distintivo del Miradouro de Santa Luzia sono i pannelli delle azulejos situati sul muro sud. Questi pannelli raffigurano la Praça do Comércio prima del terremoto del 1755 e la grande battaglia tra cristiani e Mori nel Castello di São Jorge.

Castello di São Jorge

A pochi passi dal miradouro (dopo una faticosa salita), troviamo la nostra prossima tappa.

Il Castello di São Jorge è una delle attrazioni più importanti e storiche di Lisbona, situato in cima alla collina del quartiere Alfama.

Le origini del castello sono molto antiche; le prime costruzioni risalgono infatti al I secolo a.C., anche se un vero castello e una cinta muraria vennero costruiti solo grazie ai Mori.

Dal 1147, anno in cui i Cristiani riconquistarono Lisbona, il castello divenne il palazzo reale fino alla costruzione del Palazzo Ribeira.

Ma cosa vedere al suo interno?

Il palazzo include diverse aree, tra le quali le più interessanti secondo la mia esperienza sono:

  • Camera Oscura del Castello di São Jorge: La Torre di Ulisse ospita un sistema ottico di lenti e specchi che permette di osservare Lisbona dall’alto.
  • Sito Archeologico: Qui è possibile ammirare i resti di ben tre epoche storiche; le più antiche risalgono al VII secolo a.C.
  • Belvedere: Da qui potrai avere una vista panoramica su Lisbona, davvero impressionante, specie se riesci a visitare il Castello prima del tramonto.

Informazioni per la visita:

  • 🎟️ Biglietti: 15€ adulti / 12,50€ over 65 / 7,50€ 13-25 / gratis 0-12.
  • 🕒 Orari: da marzo a ottobre 9:00-21:00 / da novembre a febbraio 9:00-19:00
  • 📍Ubicazione: R. de Santa Cruz do Castelo. Maps

Museu Nacional de Arte Antiga

Per la prossima tappa ci spostiamo nel quartiere Alcantara, situato a qualche chilometro dalla nostra posizione (puoi prendere diversi mezzi, tra cui il tram 15 e il bus 760).

L’attrazione più importante del quartiere è il Museu Nacional de Arte Antiga.

Fondato nel 1884, il museo è ospitato nel Palácio de Alvor-Pombal, una storica residenza nobiliare a pochi passi dal fiume Tago.

Per chi non lo sapesse, si tratta del museo d’arte più importante del Portogallo e ospita una vasta collezione che spazia dal Medioevo al XIX secolo.

Cosa vedere esattamente?

  • Grande collezione di Arte Europea: La collezione include opere del Rinascimento, Barocco e Rococò, tra cui il celebre “Trittico delle Tentazioni di Sant’Antonio” di Hieronymus Bosch.
  • Tantissimi dipinti: Il museo ospita capolavori di diverse scuole, tra cui quella italiana, francese, spagnola, fiamminga e portoghese.
  • Sculture: Una ricca collezione di sculture di artisti come Joaquim Machado de Castro e Rodin.

Informazioni per la visita:

  • 🎟️ Biglietti: 10€ adulti / gratis 0-12.
  • 🕒 Orari: martedì-domenica 10:00-18:00.
  • 📍Ubicazione: R. das Janelas Verdes. Maps

Lx Factory

Lx Factory

Cosa vedere a Lisbona in 3 giorni? L’ultima attrazione del quartiere Alcântara è la Lx Factory, situata nei pressi del Ponte 25 de Abril.

Di cosa si tratta? Si tratta di un interessantissimo centro culturale e artistico, nato in una vecchia fabbrica abbandonata risalente al 1800.

Oggi il centro occupa ben 23.000 metri quadrati e ospita aziende di comunicazione, studi fotografici, bar, ristoranti, atelier e una famosa libreria.

Tra le principali attrazioni abbiamo:

  • LX Market: Un mercato delle pulci che si tiene ogni domenica dalle 11:00 alle 18:00 (se ci sei di domenica, fai un salto!).
  • Libreria Ler Devagar: Situata nell’edificio centrale, questa libreria, fondata nel 1999, offre una vasta selezione di libri in diverse lingue ed è considerata una delle 10 librerie più belle al mondo.
  • Negozi di nicchia: come ad esempio Brandz che vende capi di abbigliamento sostenibili e di qualità, creati da piccoli designer locali, oppure Etnik Spring che vende capi etnici, creati da piccoli designer thai.
  • Tanti ristoranti: Il Lx Factory ospita diversi ristoranti come la Cantina LX che offre tante opzioni vegane (20-25€ a persona) oppure Taberna 1300, un locale arredato in stile “industriale” con piatti e tapas portoghesi rivisti in chiave moderna (30-35€ a persona).

Consiglio del Nomade: visita il laboratorio di Pietro Prosperio, un signore di origini italiane che si diletta creando spettacolari opere di ingegneria meccaniche attraverso materiali riciclati. Si trova al piano più alto dell’edificio che ospita la libreria Ler Devagar.

Timeout Market e Cais do Sodré

Infine, per concludere al meglio questo terzo giorno a Lisbona, dirigiti verso il quartiere Cais do Sodré.

Se hai scelto di non fermarti a mangiare alla Lx Factory, visita l’ottimo Timeout Market.

Situato nel Mercato da Ribeira, vicino a Cais do Sodré, il Timeout Market è un’area rinnovata che ospita una vasta selezione di stand e piccoli ristoranti con cucina portoghese, etnica e internazionale.

Trovi praticamente di tutto, dai dolci al sushi, dal turco agli hamburger, fino alle crocchette di baccalà.

Successivamente, dirigiti verso Pink Street, una delle zone della vita notturna più famose della capitale. Qui, a livello di locali, hai solo l’imbarazzo della scelta.

Te ne segnalo alcuni in cui ho avuto una buona esperienza:

  • Bookstore Bar: una simpatica libreria e bar, in cui è possibile sia mangiare che bere, che acquistare libri, il tutto a un prezzo relativamente basso. Durante l’happy hour ho preso una pinta di birra a 2,50€. 📍 Posizione
  • Pensão Amor: un locale molto particolare, situato in un ex bordello. Non a caso tutto l’arredamento richiama un po’ un ambiente “piccante”. I cocktail sono fantastici.📍 Posizione

Consigli per visitare Lisbona in 3 giorni

Consigli per visitare Lisbona in 3 giorni

In questa sezione vedremo tutta una serie di consigli utili per pianificare meglio il tuo viaggio e/o per risparmiare tempo e soldi.

Non dimenticarti la Lisbona Card

Il primo e più importante consiglio che ti do è di acquistare la Lisboa Card prima di partire.

“Alex, che cos’è esattamente questa Lisboa Card?”

Si tratta di un pass turistico ufficiale che ti permette di avere una serie di vantaggi.

Quali?

  • Accedere gratuitamente a più di 30 attrazioni, incluse molte di quelle del nostro itinerario, come ad esempio la Torre di Belém, il Monastero dos Jeronimos e l’Elevador de Santa Justa, solo per citarne alcune.
  • Utilizzare in modo illimitato tutti i mezzi pubblici della città. Tram, metro, autobus, traghetti e persino i treni per Sintra e Cascais (se decidi di andarci).
  • Accedere a molte attrazioni con il fast track, evitando inutili attese (e risparmiando un sacco di tempo).
  • Ottenere sconti su praticamente tutte le attrazioni in cui non entri gratuitamente (gli sconti vanno dal 10% al 50%).

La card ha un costo a partire da 22€ e puoi scegliere la durata che preferisci, che può essere di 24, 48 o 72 ore.

Dove acquistarla? Io l’ho presa online su questo sito.

Vuoi saperne di più su questa card? Ho scritto una guida super completa che spiega anche le attrazioni incluse. Eccola: Cosa comprende la Lisboa Card

Come muoversi a Lisbona in questi 3 giorni?

Come hai visto, grazie alla Lisboa Card, puoi risparmiare sui mezzi pubblici, evitando così di pagare 3€ per una corsa in metro o addirittura 5,80€ per salire sull’Elevador de Santa Justa.

Ma come ci si muove esattamente in città? Quali sono i mezzi più utili?

  • Per raggiungere il centro dall’aeroporto: puoi prendere la metropolitana linea rossa fino alla fermata di Alameda e poi cambiare con la verde e scendere a Rossio, Baixa-Chiado oppure Cais do Sodré.
  • Per raggiungere Belém: prendi il tram 15E da Praça do Comércio o Praça da Figueira.
  • Per raggiungere il Parque das Naçoes: prendi la metropolitana linea rossa fino alla fermata Oriente.
  • Per salire al quartiere Bairro Alto: prendi una delle due funicolari, “Elevador da Bica” (in Rua de São Paulo) oppure “Elevador da Gloria” (in Praça dos Restauradores).

Ecco una tabella con un pratico riepilogo su come muoversi a Lisbona:

DestinazioneIstruzioni
Centro dall’aeroportoMetropolitana linea rossa ad Alameda, poi linea verde e scendere a Rossio, Baixa-Chiado o Cais do Sodré.
BelémTram 15E da Praça do Comércio o Praça da Figueira.
Parque das NaçoesMetro linea rossa fino alla fermata Oriente.
Bairro Alto‘Elevador da Bica’ (in Rua de São Paulo) oppure ‘Elevador da Gloria’ (in Praça dos Restauradores).

Dove uscire a Lisbona? Le zone migliori per la vita notturna

In questa sezione ti spiegherò quali sono le principali zone in cui uscire la sera a Lisbona.

La zona più famosa è il Bairro Alto. Si tratta dell’area con la più alta concentrazione di bar a Lisbona. L’ambiente è giovanile e un po’ hippie, e i prezzi sono medi-bassi.

Un’altra zona famosa è Pink Street, situata nel quartiere Cais do Sodré. In genere si inizia la serata nel Bairro Alto e la si conclude a Pink Street.

Un’altra zona interessante è Principe Real, che si trova a pochi passi dal Bairro Alto, ma l’ambiente è diverso. Qui trovi locali più eleganti e sofisticati, ma ovviamente i prezzi sono più alti.

Ti lascio una mappa con le zone della vita notturna da me citate:

Dove fare shopping durante un viaggio a Lisbona

Sei interessato a scoprire le migliori destinazioni per lo shopping a Lisbona?

Niente paura, in questa sezione ti spiegherò quali sono i migliori negozi e centri commerciali:

  1. A Vida Portuguesa: Questa famosa catena di negozi di souvenir è rinomata in tutto il Portogallo. Specializzata in articoli tipici portoghesi, A Vida Portuguesa offre una vasta selezione di ricordi unici. Troverai i suoi punti vendita sparsi per Lisbona e altre città portoghesi. 📍Posizione.
  2. Amoreiras: Questo grande centro commerciale non solo offre una vasta gamma di negozi, ma vanta anche una spettacolare terrazza panoramica con vista a 360 gradi (l’accesso alla terrazza è a pagamento). Qui potrai trovare alcune perle rare, tra cui negozi tipicamente portoghesi. 📍Posizione.
  3. Armazéns do Chiado: Situato nel cuore del quartiere Chiado, questo centro commerciale su cinque piani offre una varietà di negozi per tutti i gusti. 📍Posizione.
  4. Rua Augusta: la via commerciale più importante di Lisbona. Ospita sia negozi particolari che i maxi store di Zara e simili. 📍 Posizione.
  5. Rua Garrett: si trova nel quartiere Chiado e ospita moltissimi negozi particolari. Trovi, ad esempio, la libreria più antica al mondo (Livraria Bertrand). 📍 Posizione.

Vuoi sapere quali sono i souvenir tipici di Lisbona? Dai uno sguardo alla mia guida: Cosa comprare a Lisbona


Ecco altri itinerari per visitare Lisbona

Articoli simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.